Novembre 18, 2023

Dr. Luca Montanari

La terapia ad ultrasuoni: un approccio innovativo alla fisioterapia

L’ultrasuonoterapia è una pratica consolidata che sfrutta le onde sonore ad alta frequenza per trattare una varietà di condizioni mediche. Questa tecnologia, che precede addirittura l’uso degli ultrasuoni in ambito diagnostico (ben più famosi ad oggi alla base dell’ecografia), ha dimostrato di poter indurre una gamma di effetti biologici benefici, a seconda dei livelli di esposizione utilizzati. Le applicazioni vanno dalla fisioterapia alla guarigione delle fratture, dall’incremento dell’assorbimento dei farmaci alla terapia ad ultrasuoni ad alta intensità focalizzata (HIFU) utilizzata in campo oncologico.

In questo articolo, esploreremo le diverse applicazioni terapeutiche degli ultrasuoni, evidenziando come queste tecniche possano essere utilizzate per migliorare la qualità della vita; in particolare, è importante iniziare dalla spiegazione dei meccanismi attraverso i quali gli ultrasuoni interagiscono con i tessuti biologici:

Come funziona la terapia ad ultrasuoni?

L’ultrasuonoterapia è una tecnica che utilizza le onde sonore ad alta frequenza per produrre effetti benefici sui tessuti come muscoli, tendini e legamenti. In particolare si basa sull’assorbimento e sulla conversione in calore dell’energia acustica ed ha lo scopo di stimolare la circolazione sanguigna, ridurre l’infiammazione, favorire la guarigione delle ferite e ammorbidire le cicatrici. L’ultrasuonoterapia può anche avere effetti antalgici, antispastici e miorilassanti, grazie all’azione meccanica delle onde sonore sui recettori nervosi e sulle fibre muscolari.

Dal punto di vista operativo si applica mediante una sonda che viene posta a contatto con la pelle, questa emette ultrasuoni con una frequenza compresa tra 0,8 e 3 MHz, con una potenza variabile a seconda dell’effetto desiderato. Gli ultrasuoni possono essere emessi in modo continuo o pulsato, con una durata e una frequenza dei cicli che dipendono dal tipo di patologia target; successivamente la fonte viene fatta scorrere sulla zona interessata con movimenti circolari o longitudinali, per distribuire uniformemente il calore e evitare il surriscaldamento locale.

L’ultrasuonoterapia è indicata per il trattamento di diverse condizioni fisioterapiche, tra cui:

  • Contratture muscolari: si tratta di una riduzione della lunghezza e dell’elasticità delle fibre muscolari, causata da traumi, posture scorrette, stress o affaticamento. In questo campo la tecnica può aiutare a rilassare il muscolo, alleviare il dolore e ripristinarne la funzionalità.
  • Tendiniti: ovvero l’infiammazione dei tendini, le strutture fibrose che collegano i muscoli alle ossa. Le cause possono essere sovraccarichi, microtraumi ripetuti, movimenti errati o infezioni e l’ultrasuonoterapia può favorire la rigenerazione dei tessuti, ridurre l’edema e il dolore, e prevenire le complicanze come le calcificazioni o le rotture tendinee.
  • Borsiti: si tratta di un’infiammazione delle borse sierose, delle sacche piene di liquido che si trovano tra le ossa e i tessuti molli, e che hanno la funzione di facilitare lo scorrimento e ammortizzare gli urti. In questi casi questo trattamento può aiutare a riassorbire il liquido in eccesso, diminuire l’infiammazione e il dolore, e migliorare il movimento articolare.
  • Distorsioni: assieme alle contratture sono le lesioni più frequenti, si ha il danneggiamento delle strutture che stabilizzano le articolazioni, causate da movimenti bruschi o forzati che superano il loro limite di elasticità. Le distorsioni possono essere di diverso grado, a seconda dell’estensione della lesione e l’ultrasuonoterapia può accelerarne la guarigione, ridurre il gonfiore e il dolore, e prevenire le recidive.

L’efficacia della terapia ad ultrasuoni, cosa dicono gli esperti?

Infine, è bene analizzare l’efficacia della terapia ad ultrasuoni nella rigenerazione di diversi tessuti per comprenderne la potenza effettiva. Questa tecnologia risulta in grado di accelerare la guarigione delle fratture ossee favorendo la formazione di nuovo tessuto osseo. Può anche contribuire alla riparazione della cartilagine articolare e alla ricostruzione del tessuto sottocorticale in casi di osteoartrosi o lesioni cartilaginee. La terapia ad ultrasuoni ha dimostrato benefici nella rigenerazione muscolare e nervosa, promuovendo la funzionalità dei tessuti colpiti. Inoltre, induce effetti angiogenici e anti-infiammatori, migliorando la circolazione sanguigna e riducendo l’infiammazione.

In definitiva, la terapia ad ultrasuoni si presenta come una tecnologia promettente per la rigenerazione tissutale, con potenziali benefici per uno spetto di patologie estremamente vasto, che vede la platea di potenziali clienti allargarsi continuamente, studio dopo studio.

Bibliografia:

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri la chat
Vuoi parlare con me ora?
Ciao 👨🏼‍⚕️
come posso aiutarti?
Scrivimi sul mio numero WhatsApp cliccando sul pulsante "Apri la chat".