Aprile 29, 2023

Dr. Luca Montanari

Contratture e stiramenti

Contratture e stiramenti muscolari: quando cercare l’aiuto di un professionista

Tra gli infortuni più comuni in assoluto, tra sportivi e non: le contratture e gli stiramenti. In questo articolo, esploreremo le cause delle contratture e degli stiramenti, come prevenirli e come trattarli. Se sei una persona attiva o semplicemente vuoi conoscere meglio questi infortuni muscolari, continua a leggere per scoprire tutto quello che c’è da sapere.

Contratture e stiramenti muscolari: cosa sono e quali sono le differenze?

Le contratture e gli stiramenti muscolari sono infortuni comuni che possono causare dolore e limitare la capacità di muoversi e svolgere le attività quotidiane. Sebbene questi due tipi di infortuni si manifestino spesso contemporaneamente, in realtà identificano problemi differenti.

Le contratture muscolari si verificano quando un muscolo si contrae involontariamente e non riesce a rilassarsi. Ciò può causare un forte dolore e limitare la capacità di muoversi normalmente. Queste possono essere provocate da una serie di fattori, tra cui l’affaticamento muscolare, la disidratazione, una postura scorretta o una lesione muscolare preesistente. In quest’ultimo caso, infatti, la contrattura non è altro che la modalità del tessuto di mantenere ferme le estremità dello strappo per procedere alla riparazione.

Gli stiramenti muscolari, d’altra parte, si verificano quando un muscolo viene allungato oltre i suoi limiti normali. Questo può causare la rottura delle fibre muscolari con conseguente dolore e gonfiore. Gli stiramenti possono essere provocati da una serie di fattori, tra cui un eccessivo sforzo fisico, un movimento brusco o una postura scorretta. La conseguenza più frequente di uno strappo è la contrattura, come spiegato precedentemente.

Precauzioni da prendere per evitarli

Per prevenire gli stiramenti e le contratture muscolari, è possibile adottare una serie di misure preventive. Tra queste, uno dei fattori più importanti è il riscaldamento, che aiuta a preparare i muscoli per l’attività fisica imminente, aumentando il flusso di sangue e aumentando la temperatura. È importante notare che il riscaldamento dovrebbe includere sia esercizi di stretching dinamico che di attivazione muscolare, come ad esempio salti o esercizi a corpo libero.

Inoltre, per gli sport con sovraccarico come il sollevamento pesi o il bodybuilding, è importante adottare una strategia di carico progressivo. Ciò significa aumentare gradualmente il peso o il volume degli esercizi, evitando di approcciare subito grandi carichi. Ciò aiuta il corpo a adattarsi gradualmente alla pressione prevenendo stiramenti e contratture muscolari.

L’acqua è un ulteriore fattore importante da considerare per prevenire gli infortuni. L’idratazione adeguata aiuta a mantenere la funzionalità muscolare ed a prevenire anomalie nella contrazione. Infine, è importante adottare una buona tecnica di allenamento. Un movimento scorretto anche con carichi bassi può aumentare il rischio di stiramenti e contratture muscolari. Si consiglia quindi di cercare l’assistenza di un istruttore qualificato o di un fisioterapista per apprendere la tecnica corretta degli esercizi e dei movimenti.

Contratture e stiramenti: come curarli

Contratture muscolari e stiramenti condividono la base del trattamento essendo condizioni spesso sovrapposte, una delle opzioni terapeutiche più efficaci è la manipolazione manuale. Questa tecnica consiste in massaggio profondo, chiamato decontratturante in grado di alleviare la tensione nei muscoli interessati. Tale manovra dovrebbe essere eseguita solo da professionisti esperti e qualificati in quanto può aggravare la condizione se eseguita in modo non corretto.

In ogni caso, per trattare il dolore acuto e l’infiammazione, può essere utile l’applicazione di ghiaccio sulla zona interessata, in particolare nelle prime fasi della lesione. Al contrario, in caso di contratture croniche, può essere più utile l’applicazione di calore per alleviare la tensione e favorire il rilassamento.

Infine, esistono diversi approcci terapeutici moderni che possono essere utilizzati per trattare stiramenti e contratture muscolari. Uno di questi è la tecarterapia, una tecnologia che utilizza onde per stimolare la riparazione dei tessuti muscolari. In ogni caso, è importante cercare l’aiuto di un professionista qualificato, come un fisioterapista, per la valutazione e il trattamento delle lesioni. Un approccio terapeutico adeguato può aiutare a ridurre il dolore, migliorare la funzionalità e prevenire futuri infortuni.

Bibliografia:

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri la chat
Vuoi parlare con me ora?
Ciao 👨🏼‍⚕️
come posso aiutarti?
Scrivimi sul mio numero WhatsApp cliccando sul pulsante "Apri la chat".